La Galeso Software è una software house specializzata in prodotti software per laboratori chimici e microbiologici. Il prodotto di punta è il software Sigma-U

L’azienda oltre a sviluppare prodotti software fornisce consulenza in modo da seguire i propri clienti a 360°.

La Galeso Software crea piattaforme Software as a Service (SaaS) in grado di garantire l’informatizzazione aziendale evitando gli onerosi costi di hardware e software.

Le stesse competenze vengono offerte anche alle grandi imprese che vogliono mantenere i dati all’interno della propria rete informatica preferendo l’installazione dei prodotti in loco.

Energia e dinamicità caratterizzano il modo di essere della Galeso Software, lo stesso entusiasmo si vuole portare all’interno delle aziende cercando insieme nuove idee e tecnologie che miglioreranno l’organizzazione del lavoro.

 Il nostro fiume “Galeso” citato da Orazio

“Unde si Parcae prohibent iniquae, dulce pellitis ovibus Galaesi flumen et regnata petam Laconi rura Phalantho. Ille terrarum mihi praeter omnes angulus ridet, ubi non Hymetto mella decedunt viridique certat baca Venafro; ver ubi longum tepidasque praebet Iuppiter brumas et amicus Aulon fertili Baccho minimum Falernis invidet uvis. Ille te mecum locus et beatae postulant arces; ibi tu calentem debita sparges lacrima favillam vatis amici “[Orazio – Carmina – Liber II – 6].

 “E se il destino avverso mi terrà lontano, allora cercherò le dolci acque del Galeso caro alle pecore avvolte nelle pelli, e gli ubertosi campi che un dì furono di Falanto lo Spartano. Quell’angolo di mondo più d’ogni altro m’allieta, là dove i mieli a gara con quelli del monte Imetto fanno e le olive quelle della virente Venafro eguagliano; dove Giove primavere regala, lunghe, e tiepidi inverni, e dove Aulone, caro pure a Bacco che tutto feconda, il liquor d’uva dei vitigni di Falerno non invidia affatto. Quel luogo e le liete colline Te chiedono accanto a Me; dove tu lacrime spargerai, come l’affetto tuo esige nei confronti miei, sulla cenere ancòra calda dell’amico tuo poeta” [Orazio – Carmina – Liber II – 6]